R4 Fabrizio Bruno

R4 Sulle Strade del Mondo (Introduzione)

Durante le ultime giornate di aprile 2020, pochi giorni dopo il mio sessantesimo compleanno e in pieno periodo di “clausura da Covid 19” ho deciso di cercare informazioni sulla storia della mitica R4, la straordinaria automobile Renault da sempre amata dagli appassionati di avventura e di libertà che nelle varie versioni ha ispirato viaggi ed esperienze indimenticabili ad una intera generazione.

Per quanto mi riguarda, la passione per la R4 è una storia di attrazione a prima vista, che mi ha accompagnato dagli anni settanta ad oggi e che sebbene lasciata allo stato latente da alcuni anni non si è mai spenta.

Paesi e aree geografiche visitati: Sahara, Tunisia
Tra le dune del Sahara
arese023

Alla popolare vettura francese devo moltissimo, perché grazie a lei ho potuto realizzare un sogno, ho mosso alcuni dei miei primi passi nel mondo dell’avventura, quello con la “A” maiuscola ed ho stabilito un primato, che oltre a riempirmi di orgoglio e di soddisfazione, mi ha permesso di consolidare la mia posizione professionale nel difficile mondo dell’esplorazione, delle discipline outdoor e degli sport estremi.

Infatti nel 1986 ho vinto il concorso organizzato dalla Renault grazie al quale era possibile realizzare un viaggio da sogno, che avesse fini di: sport, avventura, cultura o ricerca, il tutto totalmente finanziato dall’azienda automobilistica in questione e dai suoi partner.

Navigando nel web ho scoperto una lunga serie di siti e gruppi dedicati alla R4 e contemporaneamente ho intuito quanto quel concorso fosse tenuto in grande considerazione dagli appassionati del marchio e del modello, allora come adesso.

Paesi e aree geografiche visitati: Argentina e Cile

Ho postato un paio di immagini e un articolo in uno dei gruppi presenti su Facebook ed ho ricevuto un sacco di complimenti ed una valanga di richieste di immagini e di chiarimenti su quella particolare avventura, realizzata prima della nascita di internet, dei social network e della fotografia digitale.

Ho promesso di raccontare di situazioni, aneddoti, percorsi, dati tecnici, preparazione del mezzo, materiali, allenamenti, difficoltà e soddisfazioni legate a quell’impresa in terra d’Africa. Ovviamente dovrò andare a cercare i ritagli di giornale che mia mamma custodisce gelosamente, perché io sono notoriamente un “disastro” per quanto riguarda la gestione della mia immagine e per la conservazione dei cimeli e dei ricordi delle mie imprese folli e avventurose.

Inoltre dovrò scansionare le diapositive per ottenere immagini digitali da pubblicare; quindi si tratterà di un lavoro lungo e complesso, ma mi impegnerò nel realizzarlo al meglio delle mie possibilità.

arese039

Inizio con l’inserire nel mi blog un racconto preso da un giornale del 1987, corredato da qualche istantanea scattata durante il viaggio e poi continuerò con una decina di post che ho iniziato a scrivere proprio oggi. Stay tuned!

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Devi essere loggato per postare un commento.

I'am social